YOU GOT TO MOVE
The Land of Roots Music12277308_10208357011273095_808904833_n

Un’esperienza che non potrà non lasciarci indifferenti, è quella di visitare “l’America che non c’è”. Quella che non trovate nelle vetrine delle agenzie di viaggio. Quella che la televisione non vi mostra mai. Quella che la stampa che conta ignora perché non concede mai lo scoop quotidiano. Quella che non è ritratta nelle cartoline. Quella che il tempo si è fermato ma non per scelta. Quella che ha i cimiteri per i bianchi separati da quelli per i neri. Quella che non va a votare perché non sa come si fa. Quella che non sa cosa dire e come dirlo. Quella che non ha un lavoro e non sa perché. Quella che l’importante è riuscire a suonare blues sino alle 2 del mattino per portare a casa almeno 25 dollari. Ecco, questo è, più o meno, il ritratto dell’America nell’anno di grazia 2014 che Francesca ci mostra mediante i 130 scatti che formano l’ossatura “vivente” di questo libro. Ma non ci sono solo queste immagini della realtà prive di filtri. C’è altro. Ci si accorge di ciò quando, arrivati alla fine del volume, avvertiamo che il tutto è tenuto assieme da un sottile filo poetico la cui essenza, priva di enfasi al punto da non ammettere facili concessioni al buonismo, risulta prezioso collante alla completezza del viaggio. Sarà forse allora per pudore, o per evitare scivolamenti, che Francesca ha solo sfiorato di mostrarci il volto del “popolo di colore”, limitandosi più che altro a quello fornitole dai musicisti, per puntare sull’esplorazione dei luoghi usandoli come testimoni fisici ed innegabili del sottomondo mississippiano. Argutamente, e neanche tanto larvatamente, l’autrice ci lascia intuire però che sarà proprio “lui” il soggetto che le permetterà di completare il dittico iniziato qui. Perché è solo “Il Popolo del Blues”, quello che imparammo ad amare quasi 50 anni fa grazie alle parole di colui che oggi era noto come Amiri Baraka ma che allora firmò il suo libro dal titolo omonimo come LeRoi Jones, che potrà autenticarne gli sforzi e la sincerità d’animo.

Marino Grandi – Direttore rivista “IL BLUES

unnamed ibs ama

Prezzo di copertina: 18,00€

Per informazioni e acquisto: